rifiuti

MUD 2019: compilazione e scadenza

Il 22 febbraio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DCPM che approva il nuovo Modello Unico di Dichiarazione Ambientale. Il nuovo Modello deve essere utilizzato per le dichiarazioni che andranno presentate ENTRO IL 22 GIUGNO 2019, 120 giorni dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Il MUD 2019 contiene i modelli e le istruzioni per la compilazione delle seguenti Comunicazioni:

  • Rifiuti;
  • Veicoli Fuori Uso;
  • Imballaggi (Sezione Consorzi e Sezione Gestori Rifiuti di imballaggio);
  • Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche;
  • Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione;
  • Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche.

Chi deve presentare il MUD 2019?

Sono tenuti a presentare il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale:

  • imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
  • imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi

Made in Green può aiutarvi nella compilazione della documentazione necessaria. Non aspettate gli ultimi giorni, contattateci subito scrivendoci a info@madeingreen.it o compilando il form sul nostro sito a questo link.

sito

Scadenza denuncia volumi idrici 2018

Ricordiamo che sono in scadenza le denunce per i volumi idrici 2018, sia quelli scaricati sia quelli prelevati.
Qui di seguito tutti i dettagli.

Entro il 28 febbraio 2019 i titolari di SCARICHI REFLUI industriali in pubblica fognatura devono presentare all’Ente gestore della rete fognaria la denuncia annuale delle acque reflue industriali SCARICATE.

SOLO nel caso in cui il Comune di appartenenza risulti gestito dall’Ente Gestore ALFA Srl, la data ultima per la compilazione della denuncia online è posticipata al 30 giugno 2019 ed i dati potranno essere caricati a partire dal mese di aprile 2019.

Qui di seguito l’elenco dei comuni gestiti da Alfa Srl: Albizzate, Angera, Arsago Seprio, Bardello, Besnate, Besozzo, Biandronno, Brebbia, Bregano, Brunello, Busto Arsizio, Cadrezzate, Cairate, Cardano al Campo, Casale Litta, Casorate Sempione, Cassano Magnago, Castelseprio, Castiglione Olona, Cavaria con Premezzo, Comabbio, Cocquio Trevisago, Crosio della Valle, Fagnano Olona, Ferno, Gallarate, Gavirate, Golasecca, Gorla Maggiore, Gorla Minore, Ispra, Laveno Mombello, Leggiuno, Lonate Ceppino, Lonate Pozzolo, Malgesso, Marnate, Mornago, Oggiona con S. Stefano, Olgiate Olona, Osmate, Ranco, Samarate, Sesto Calende, Solbiate Arno, Somma Lombardo, Sumirago, Taino, Travedona Monate, Varano Borghi, Varese, Venegono Inferiore, Venegono Superiore, Vergiate, Vizzola Ticino. 

La modalità per la compilazione della denuncia mediante il gestore Alfa Srl  è la medesima dell’anno 2018 (relativa alla denuncia 2017) e pertanto mediante relativo portale telematico per il quale si rimanda al seguente link.

Entro il 31 marzo 2019 deve essere invece presentata la denuncia dell’ACQUA PRELEVATA nel corso dell’anno 2018.   

Ai sensi dell’art. 33 del Regolamento Regionale n. 2 del 24 marzo 2006, sono tenuti a presentare alla Provincia la denuncia annuale dei prelievi di acque pubbliche superficiali o sotterranee tutti coloro che derivano ed utilizzano acque pubbliche ed in particolare:
- i titolari di Concessioni/autorizzazioni per derivazione di acque pubbliche;
- i titolari di licenze di attingimento di acque pubbliche da corpi idrici superficiali (art. 32 del Regolamento Regionale n. 2 del 24 marzo 2006);

 ATTENZIONE: le denunce devono essere presentate anche se il prelievo d’acqua per l’anno 2018 è pari a zero.